prezzo drone per consegne

Droni per le consegne di Amazon: come il cielo potrebbe essere il limite per il dominio del mercato

L’ultimo piano di Amazon di utilizzare i droni per consegnare pacchi nel Regno Unito entro la fine del 2024 è essenzialmente un rilancio. Sono trascorsi dieci anni da quando il fondatore dell'azienda, Jeff Bezos, annunciò per la prima volta che avrebbe fatto volare in cielo singoli pacchi.

Tre anni dopo, un impressionante video promozionale rivelò che il progetto stava iniziando nella città britannica di Cambridge. Ma nel 2021, l’operazione sembrava essersi interrotta bruscamente .

Ora sembra che la società non si sia lasciata scoraggiare da quella pausa. Il sogno di inviare droni nelle case del Regno Unito portando oggetti (non molto pesanti) che non possiamo aspettare più di 30 minuti per avere è tornato in gioco . Quindi funzionerà questa volta?

Negli Stati Uniti i progressi sono stati lenti. Amazon ha gestito un totale di 100 consegne nel maggio 2023, in due località. (In una di queste località, in Texas, l’azienda è costretta a sospendere le operazioni quando la temperatura diventa troppo alta).

Nonostante ciò, Amazon prevede di lanciare droni per le consegne in due nuove aree: una nel Regno Unito e una in Italia (le posizioni precise devono ancora essere rese note). Dispone di un nuovo modello di drone e di una vasta rete logistica.

A parte questi fattori chiave, Amazon potrebbe essersi ispirata ad altre aziende del settore. L’esempio più evidente è la consegna tramite droni di forniture mediche vitali .

Zipline ha iniziato a fornire sangue e medicinali in luoghi remoti del Ruanda e ora si è estesa al Ghana e allo stato americano della Carolina del Nord . Altre società come UPS e Google's Wing hanno iniziato a offrire servizi simili.

Ma ciò che queste storie di successo hanno in comune è che sono efficienti in termini di costi – i prodotti farmaceutici pesano poco e sono in genere abbastanza costosi da giustificare l’uso di un drone – e si concentrano su aree non densamente popolate.

Al contrario, le stime di Amazon fissano il costo di consegna di un singolo pacco a 484 dollari (395 sterline) oggi, che prevede di ridurre a 63 dollari (51 sterline) entro il 2025. Offrire ai clienti la consegna gratuita o economica con droni sarà estremamente costoso.

La soluzione di Amazon a questo problema sarà probabilmente la stessa che ha utilizzato con così tanto successo negli ultimi due decenni: aumentare la portata delle sue operazioni. Dopotutto, all’inizio del secolo, molti si chiedevano come il commercio elettronico potesse mai essere redditizio. Oggi milioni di persone acquistano da Amazon e questo vasto numero di clienti è la chiave del suo successo.

Ma il piano aziendale di Amazon sembra puntare sul dominio del mercato . E per le consegne aeree, ciò significa non solo consegnare i pacchi nelle aree rurali, ma anche renderli disponibili nelle città dove vive più della metà della popolazione mondiale .

Mentre potrebbe essere facile convincere i residenti di una piccola area a bassa densità a provare scatole di dentifricio e collutorio atterrando nei loro giardini, potrebbe essere molto più difficile convincere i residenti di condomini ad accettare che i droni volino davanti alle loro finestre portando con sé i loro la consegna di biscotti per cani da parte del vicino.

A ciò si aggiungono le leggi che regolano l’uso dei droni. Nel Regno Unito, ad esempio, non è consentito sorvolare aree congestionate o entro 50 metri “da una persona, veicolo o edificio non sotto il proprio controllo”.

Più volano in alto, più cadono duramente

Le città non lasceranno semplicemente che i droni commerciali volino nei cieli, almeno non senza far pagare il fastidio che generano. Vieteranno i droni nelle aree densamente popolate o cercheranno un’ulteriore regolamentazione.

Se si prende la strada della regolamentazione, si presenta un nuovo ostacolo, simile all'assegnazione delle onde radio o delle licenze per la rete mobile: ci sarà spazio sufficiente solo per pochi operatori (a volte solo uno).

Questa assegnazione avviene solitamente attraverso una procedura di gara. E gli studi sulle aste per le licenze delle telecomunicazioni mostrano l'importanza di coinvolgere più operatori credibili. Ma avere diverse aziende che ottengono il diritto di consegnare in diverse città potrebbe facilmente ridurre il livello di portata di cui Amazon avrebbe bisogno per avere successo.

Uno scenario alternativo vedrebbe un unico operatore responsabile di tutte le consegne di droni. Ma ciò solleva un problema economico familiare , in cui emergono monopoli naturali in settori come la fornitura di acqua o altri tipi di infrastrutture.

Infatti, mentre la società può spesso trarre vantaggio dal potenziale di innovazione del settore privato, la presenza di una sola azienda sul mercato apre la possibilità di abusi. Ad esempio, la privatizzazione dell’acqua nel Regno Unito è arrivata con un regolatore che sceglie i prezzi che le aziende possono addebitare e dibattiti senza fine sulla regolamentazione delle acque reflue e delle perdite .

Indipendentemente dalla società a cui viene assegnato l’incarico, la regolamentazione esterna di solito comporta l’obbligo di trattare tutti i consumatori in modo equo ed equo, il che significherebbe addebitare ad Amazon lo stesso prezzo dei suoi concorrenti per l’utilizzo dei droni.

Ma l’equità e l’uguaglianza non sono gli obiettivi a cui sono interessate le grandi aziende quando investono massicciamente in tecnologie innovative. Il loro obiettivo è ottenere o mantenere una posizione dominante sul mercato.

L’attuale dominio di Amazon si basa in gran parte sulla sua operatività logistica superiore: può consegnare ovunque in modo rapido, economico e affidabile. Con la consegna tramite droni disponibile su altre piattaforme allo stesso prezzo, Amazon perderebbe questo vantaggio competitivo. Quindi, se questa volta riuscisse a lanciare con successo un lancio, ciò potrebbe andare a scapito del suo attuale dominio come operazione logistica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *